Nuovo sistema di collettamento fognario e depurazione di Nugola Nuova - ASA

20 Maggio 2024

Nella frazione di Nugola Nuova, nel Comune di Collesalvetti, sono presenti un impianto di depurazione gestito da ASA, che tratta i reflui provenienti dalla zona nord, e un piccolo depuratore privato che raccoglie i reflui dell’agglomerato di via della Vecchia Tabaccaia e via del Granaio.
Le restanti acque reflue vengono in parte raccolte da una rete fognaria mista che scarica in ambiente, previa autorizzazione in deroga al D. Lgs 152/2006, secondo l’Accordo di programma per agglomerati sotto i 2000 abitanti equibvalenti sottoscritto con la Regione Toscana.
Pertanto, nel rispetto della normativa vigente in materia ambientale, risulta necessaria la realizzazione di un nuovo sistema di trattamento che avrà come obiettivo principale l’eliminazione degli attuali scarichi non controllati, la loro raccolta e il conseguente trattamento presso il nuovo impianto di depurazione. Il progetto mira, inoltre, a eliminare l’attuale sistema di trattamento che non copre l’intero agglomerato, ottimizzando così la gestione con l’accentramento presso un unico impianto.

L’intervento prevede la realizzazione di un impianto classico a fanghi attivi per una potenzialità di 650 abitante equivalenti, che sarà situato in un’area a ovest del paese, fuori dal centro abitato, area condivisa nel corso degli anni con l’Amministrazione Comunale. Oltre all’impianto si prevede la realizzazione del collettamento delle acque reflue della rete fognaria dell’abitato di Nugola Nuova al nuovo depuratore di Nugola Ovest. Il collettamento, nel suo complesso, prevede la realizzazione di circa 2 km di tubazioni a gravità e in pressione e due stazioni di sollevamento rispettivamente nella zona in cui attualmente è ubicato  l’impianto di depurazione che serve l’agglomerato nord della frazione e lungo via delle Sorgenti.
L’opera di progetto sarà realizzata nel rispetto degli obiettivi ambientali previsti dal Dlgs 152/2006. Il nuovo impianto che servirà un’utenza di circa 650 abitanti equivalenti, si configura come “trattamento appropriato”, in conformità con le indicazioni dell’allegato 5 alla parte terza del Dlgs 152/2006 e successive modifiche e perseguirà i seguenti obiettivi:

  • semplificazione della gestione e della manutenzione, minimizzando i costi d’investimento e gestione, adottando la minore intensità tecnologica e il minor utilizzo di energia possibile;
  • capacità di sopportare variazioni orarie o stagionali del carico idraulico e organico;
  • realizzazione di una depurazione efficace anche delle utenze minori e diffuse evitando il collettamento di bassi carichi per lunghe distanze;
  • minimizzazione dell’impatto paesaggistico e le condizioni di disturbo del vicinato;
  • tutela delle acque sotterranee specialmente in zone vulnerabili all’inquinamento da nitrati.

Anche se l’impianto sarà realizzato fuori dal centro abitato, durante la fase di progettazione è stata prestata particolare attenzione alle potenziali emissioni provenienti dall’impianto, sia da un punto di vista del rumore che dell’emissioni odorigene, e saranno impiegate le migliori tecnologie per minimizzare e mitigare le suddette emissioni.
Per quanto riguarda l’impatto paesaggistico è previsto un sistema di alberature e siepi che costeggeranno l’impianto e che mitigheranno l’impatto visivo unitamente al parziale interramento di alcune vasche nonché alla disposizione stessa delle strutture.
I progetti definitivi dell’impianto e del collettamento sono stati approvati nel 2023 a seguito di una conferenza di servizi con Decreto del direttore generale di AIT, approvazione che ha valenza di titolo abilitativo.
Al momento è in corso la progettazione esecutiva del collettamento che si concluderà entro il mese di giugno e seguirà l’affidamento mediante contratto attuativo a un’impresa già individuata con Accordo Quadro. Si prevede la consegna dei lavori nel secondo semestre 2024.
Il progetto definitivo del depuratore è invece in fase di verifica a scopo di validazione, a seguire sarà attivata la procedura di appalto integrato per l’aggiudicazione della progettazione esecutiva e l’esecuzione. Si prevede l’inizio dei lavori entro il primo semestre del 2025, con termine nel primo semestre del 2026.

L’importo di progetto è complessivamente di 2.600.000,00 €.